Mittwoch, 20. Juni 2012

Val Gardena Musika 2012


Si presenta anche quest'anno al suo pubblico con una serie di concerti internazionali, lontano dalle grandi metropoli culturali e al centro del paesaggio montano delle Dolomiti il valgardenamusika 2012, che offre un programma il cui filo conduttore è la combinazione di internazionale e regionale, classico ed etnico, sinfonico e rock, brani già noti e prime rappresentazioni.



Il concerto di apertura, nato in collaborazione con le settimane musicali Gustav Mahler di Dobbiaco, è all'insegna dei grandi interpreti d'orchestra. Cento selezionati giovani tra i 15 e i 19 anni, provenienti da tutta la Germania, hanno la straordinaria opportunità di suonare nella Bundesjugendorchester, l'orchestra nazionale giovanile della Repubblica Tedesca, che presenterà sotto la direzione di Mario Venzago, brani di Gustav Mahler, Robert Schumann e Maurice Ravel, secondo la grande tradizione orchestrale romantica e tardoromantica. La serata si aprirà con un pezzo di Mahler, "Totenfeier", trattasi di una prima stesura del primo tempo della sua Sinfonia n. 2. Nicholas Altstaedt, violoncellista franco-tedesco di fama mondiale, uno dei più richiesti solisti di giovane generazione, suonerà il concerto per violoncello e orchestra di Schumann.

La seconda parte del programma vedrà coinvolta l'orchestra in un grande gioco di colori nell'esecuzione di brani di Maurice Ravel. Alcuni critici dicono che nessuno fosse in grado di strumentare come Ravel, la meraviglia dei suoi intrecci sonori diventa quasi visibile, come accade ad esempio all'ascolto della sua contorta parafrasi danzante di La Valse".


Un ensemble di eccellenze è la Münchener Kammerorchester che si distingue, nella composizione del suo programma, per un originale e stimolante contrasto tra classico e contemporaneo, tanto da aver ottenuto più volte il premio per "miglior programma concertistico".

In occasione della valgardenamusika, questa formazione incontrerà, sotto la direzione del maestro Daniel Giglberger, il giovane fagottista sudtirolese, vincitore di numerosi premi, Philipp Tutzer, che sarà accompagnato dall'orchestra nell'esecuzione di due concerti a solo.

Questa parte del programma rappresenta un incontro, ad alti livelli, tra internazionale e locale e questo genere di commistione è sempre stata per il valgardenamusika uno degli obiettivi più importanti da perseguire nella stesura del programma stesso.



Nel corso di valgardenamusika verrà aperta ben due volte una finestra sul variopinto e cangiante ambito de "mujiga di populi/musica delle lingue/Musik der Sprachen", la prima con il coro femminile Le Mystère des Voix Bulgares che da decenni rappresenta uno straordinario successo su scala mondiale. Toccanti voci femminili riuniscono una millenaria e assai estrosa tradizione canora al temperamento balcanico. Saranno presentati estatici e austeri canti sacri, alternati attraverso l'irregolarità delle appassionanti melodie popolari dei Balcani.

La tecnica, la precisione, i virtuosismi vocali e quel modo animato di fare musica, come in un eccitante vortice di emozioni, sono per il loro pubblico rinnovato motivo di entusiasmo.



Il secondo spazio dedicato a "mujiga di populi/musica delle lingue/Musik der Sprachen" rappresenta allo stesso modo una caratteristica canora di stampo europeo: il Trio Medieval, gruppo di tre cantanti scandinave, conduce gli ascoltatori attraverso un affascinante mondo di suoni scaturiti dalla meditazione e dalla spiritualità. Il New York Times ha scritto di loro "queste tre voci fondono insieme, in modo quasi sovrannaturale, limpidezza e bellezza, tanto che nemmeno il più convinto agnostico potrebbe negarne la scintilla divina". In effetti il loro modo di cantare, anche nell'esecuzione delle melodie più semplici, è contrassegnata da una seducente limpidezza.

Nel programma sono previsti canti sacri e popolari scandinavi, attraverso i quali le tre cantanti Anna Maria Friman, Linn Andrea Fuglseth e Catherine King, gettano costantemente un ponte tra modernità e tradizione: "La musica antica ci permette di far sgorgare la nostra immaginazione e le nostre idee, come se facessimo musica contemporanea", questo dicono di sé. La libertà di farsi condurre non da un approccio di tipo filologico, ma spirituale, è una sfida che il trio supera in modo esemplare.



L'Ensemble Brass riscuote sempre grande successo di pubblico. Quando sul palcoscenico si esibisce anche un gruppo come quello dei Belgian Brass, gli amanti delle musiche per ottoni non possono far altro che gioirne. Dodici dei migliori musicisti belgi di ottoni, sotto la guida del trombettista Manu Mellaerts, ci faranno cavalcare le onde con un programma vario e vivace.

Da Tielman Susato, per passare a Alexander Borodin, Richard Strauss, Béla Bartók, fino a Glenn Miller e Astor Piazzolla, l’offerta musicale sarà molto ampia. Nel programma è anche eccezionalmente prevista una prima esecuzione del compositore sudtirolese, irrequieto e poliedrico Daniel Oberegger con un pezzo dal titolo "Sull'altra sponda del mondo", ad esprimere la sua voglia di avventura e il suo entusiasmo di esploratore.



Da anni l'orchestra Sonoton è un punto fisso nel programma di valgardenamusika. In questo progetto affluiscono ogni anno tutte le energie dei giovani strumentisti della Val Gardena e di altre parti dell'Alto Adige. Ciò significa mesi di lunghe ed estenuanti prove. Tuttavia, accanto a questa fatica, si accende il fuoco dell'entusiasmo che si esprimerà in generi musicali diversi. Giovani appassionati, in parte professionisti e in parte non compiono un capillare lavoro culturale in cui la musica è la protagonista. Il progetto di quest’anno porta il nome di Sonoton & Pëufla Fusion: la musica classica incontra il rock. L'orchestra Sonoton incontra la rock band Pëufla, due mondi completamente differenti che si fondono.

Ciò che ne deriva è allo stesso tempo singolare e grandioso, un progetto interculturale anticipato solo in famose band come i Metallica e gli Scorpions.

Le composizioni che ne derivano in lingua ladina e in lingua inglese dei Pëufla, saranno appositamente arrangiate per orchestra sinfonica da Georg Malfertheiner, Günther Demetz, Matthäus Crepaz e Andrea Tasser. La lingua internazionale per eccellenza e una strettamente locale si intrecciano. Allo stesso modo verranno collegate due estetiche musicali profondamente diverse. Matthäus Crepaz, direttore della Sonoton e Gregor Pasolli, frontman dei Pëufla, accompagnati da un organico di 70 musicisti, sapranno trasformare il concerto in una serata indimenticabile.



Cogliamo l'occasione per ringraziare sentitamente tutti i promotori, sostenitori e sponsor, in particolare la Provincia di Bolzano, l'Assessorato alla scuola e alla cultura di lingua ladina, l'Assessorato per il turismo della Regione Trentino Alto Adige, la Fondazione della Cassa di Risparmio, la ditta Finstral, l'ufficio notarile Crepaz Kleewein, lo studio dell'avvocato Alfred Mulser e la RAI di Bolzano.



Direzione artistica/künstlerische Leitung: Eduard Demetz





Ringraziamo per il sostegno

Provincia Autonoma di Bolzano,

Assessorato per la Scuola e Cultura Ladina,

Assessorato al Turismo,

Regione Autonoma Trentino - Alto Adige,

Fondazione Cassa di Risparmio, Comuni di Selva Gardena,

S. Cristina, Ortisei, Castelrotto,

Associazioni Turistiche della Val Gardena

e tutti gli sponsor e abbonati locali.









Informazioni/Information





Prevendita biglietti/Kartenvorverkauf

Associazioni Turistiche Val Gardena /Tourismusvereine Gröden

Tel. 0471 777 600 / 0471 777 800 / 0471 777 900



Val Gardena-Gröden Marketing

Tel. 0471 777 777





Keine Kommentare:

Kommentar veröffentlichen

Es ist ein Fehler bei diesem Gadget aufgetreten.

Val Gardena Gröden

Val Gardena Gröden
www.valgardena.it
Es ist ein Fehler bei diesem Gadget aufgetreten.